Test Ruote KUROSHIRO ENSO 685: prime impressioni

Pubblichiamo le prime impressioni di Marco Yoda Nicoletti sui nuovi rivoluzionari cerchi per Fat Bike Kuroshiro ENSO685 in carbonio montati sulla sua Salsa Mukluk.

13068743894_70e8d14d90_c

Continua a leggere

Pubblicato in News, tecnica | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

29 plus, è il meglio di due mondi?

DSCN0640

Surly è sicuramente un marchio atipico. Invece di fare come tutti gli altri produttori di biciclette che si inseguono sull’ultimo trend innovativo, spesso inutile, cercano la loro strada rispondendo ad esigenze di chi pedala come loro.
Karate Monkey, Pugsley, Krampus sono alcuni dei modelli che hanno definito quali sono i limiti del pedalare in fuoristrada negli ultimi 10 anni.
29 pollici, Fat Bike, 29+, sono tre modi di interpretare la classica bicicletta con telaio in acciaio, rigida, da usare per fare viaggi, gare in singlespeed, o semplicemente un giro nei boschi, senza preoccuparsi troppo di regolazioni e manutenzione.

DSCN0641
Dopo lo sviluppo delle Fat Bike per pedalare su terreni dove le normali ruote non ce la facevano quelli di Surly hanno pensato che tutto sommato l’idea di una ruota più grossa poteva essere applicata anche alle 29 pollici in modo da renderle ancora più efficaci sui terreni impervi, senza le limitazioni che necessariamente una Fat Bike comporta.
In fondo è bastato un telaio con passaggi ruote più generosi, un cerchio da 50 mm, il Rabbit Hole e una gomma da 29 e 3 pollici di battistrada, la Knard.
In negativo si potrebbe dire che no è efficace come una Fat sulla neve e sulla sabbia, però è più pesante di una normale 29, esasperando le dimensioni delle ruote. Oppure vedendola in positivo è una bici che usa componenti normali (mozzi, movimento centrale, forcella) ma ha trazione e tenuta nettamente superiori rispetto ad una normale 29, e cpacità di assorbimento degli urti che rendono quasi inutile una forcella ammortizzata.
Ora alla Krampus si è aggiunto un secondo modello, la ECR, che è una versione da spedizione, con possibilità di configurazioni praticamente infinite, da singlespeed a mozzo Rolhoff, con portapacchi, portaborracce multiple e tutti ciò che serve per attrezzarsi e partire per un lungo viaggio in fuoristrada.

DSCN0694
Abbiamo voluto fare un confronto alla cieca tra la Krampus e la Pugsley, per capire che tipo di bici sono e quali sono le differenze fondamentali, anche per chi non le ha mai provate prima.
In più abbiamo portato una bestia ancora più strana, un altro prodotto Surly ch potrebbe essere considerato il fratello minore della Krampus, l’Instigator, una bici che monta gomme da 26 larghe 2,75 pollici.DSCN0697

DSCN0700

Il terreno scelto per questo primo approccio è collinare, con terreno reso pesante dalle ultime pioggie, quindi un fondo adatto per provare il maggior grip delle gommone.
I risultati sono che ci vuole un po’ di tempo per adattarsi alle ruote più grandi, in particolare con la Fat bisogna trovare il giusto ritmo di pedalata e la corretta pressione delle gomme, in modo da massimizzare la trazione ma anche l’attrito.

DSCN0707 In sintesi la Krampus è molto più versatile di una Fat Bike su terreni non “estremi”, ha comunque una trazione incredibile rispetto ad una normale 29 pollici, cosa che la rende inarrestabile soprattutto sui fondi più difficili come rocce bagnate, fango o radici. Ha bisogna di essere guidata in modo diverso, imparando a fidarsi dell’ottima trazione delle gomme da 3 pollici. Rispetto alla Fat Bike la pedalabilità rimane più simile ad una normale 29, senza richiedere l’uso di rapportini per sfruttare la bici nel tecnico.

DSCN0713 Per finire abbiamo voluto sentire il parere di un grande esperto, Claudio Persegani, che possiede entrambe le 29+ di Surly, Krampus e ECR che utilizza regolarmente una per le gite del week end in montagna e l’altra per escursioni di più giorni in fuoristrada.

DSCN0714 29P: Secondo la tua esperienza quali sono i vantaggi di una 29+ rispetto a una normale 29?:
PERSE: Dalla 26″ alla 29″ è stato già un gran passo in avanti in termini di trazione e capacità di superamento degli ostacoli. Grazie alle 29 pollici si son riscoperte le bici rigide e l’acciaio. Con le 29+ si va ad aggiungere una buona dose di comfort ad una bici rigida e si migliorano ulteriormente le prestazioni delle ruotone. Non sono biammortizzate, ma con un’adeguata pressione degli pneumatici, ci si può avvicinare.

DSCN0718 29P: Secondo te serve la forcella ammortizzata sulla 29+?
PERSE: Non ho avuto modo di provare il Surly Krampus con la forcella ammortizzata, non saprei cosa dire. Al momento non ne sento la necessità, e la bici secondo me è bella così com’è.

DSCN0722 29P: Vedi anche degli svantaggi nell’uso della 29+?
PERSE: Non è una bici agile, va guidata energicamente e con la giusta tecnica, ma è lo stesso discorso che si faceva con le 29″, è tutta questione di abitudine e di adattare il proprio stile di guida ad una tipologia di bici diversa.
Altro problema è la scelta ristretta ed il costo elevato dei copertoni, per il momento sul mercato si trova un solo modello da 3″, in attesa che esca il nuovo Dirt Wizard da 29×2.75″.
Il buon funzionamento di una 29+ dipende dalle gomme, che sono il fulcro del sistema. Per non rimbalzare come su delle molle occorre tenere bassa la pressione e con la camera d’aria si rischia di pizzicare. Passando al sistema tubeless si migliora parecchio la situazione, senza però esagerare per non incorrere in stallonature. A questo proposito si attendono con trepidazione i nuovi cerchi Stan’s NoTubes, anche se i Velocity Dually si comportano bene. Dal mio punto di vista, il nuovo sistema in fase di studio da parte di Schwalbe e Syntace, applicato a questa tipologia di bici, darebbe ottimi risultati.
29P: Qual è il terreno o l’utilizzo più azzeccato di questo tipo di bici?
PERSE: Il Krampus non è una Fat Bike e ovviamente non galleggia sulla neve come le 26×4-4.8″, ma una certa differenza con le mtb tradizionali c’è. Dà il meglio di se sui terreni smossi, molli, accidentati, ma è un piacere da guidare un po’ ovunque. Se si ha buona gamba, si riesce a sfruttare tutto il grip portentoso di questa bici e ci si diverte un mondo anche in salita.
E voi cosa ne pensate?
Scrivete le vostre opinioni sul nostro forum in questo tread:

DSCN0723

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

La Rivoluzione Fat Bike, tutti i numeri!

fatbike_infographic_singletracksPubblicati oggi i primi dati sul movimento Fat Bike a livello globale, come sempre in Italia

siamo dei pionieri.

Se vuoi discuterne: http://forum.29pollici.com/hubpub/showthread.php?t=11137

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Niner Blaze Yellow

 

Nuovi colori per due delle front più desiderate di Niner, la One 9 RDO e la Sir 9 in acciaio.

Telaio in carbonio Niner One 9 RDO

Telaio in carbonio Niner One 9 RDO

Telaio in acciaio Niner Sir 9

Telaio in acciaio Niner Sir 9

Entrambi i telai sono disponibili nella nuova livrea Blaze Yellow, una novità che non passa certo inosservata.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria, SIR 9 | Contrassegnato , | Lascia un commento

29 italiane: fasthefactory stone-free-jht

Ci ha scritto Valerio per farci conoscere questa mtb 29 in carbonio made in Italy,

costruita in modo artigianale presenta alcuni tratti peculiari, vediamola insieme.

FAS THE FACTORY
Stone Free – JHT

stone free Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento